Qui Grottaglie: Notte fonda.

PARTE 1

PARTE 2

PARTE 3

PARTE 4

 

Ho sparato a zero su politici e liceo, e mi sono comprato l’amore e l’odio. Mi sono fatto la fama di “quello che ha parlato male del Moscati”, e Andrea Nigro è diventato top trend nella scala dell’odio delle cattedre. Va benissimo eh, mi aspettavo questo genere di reazione, e a posteriori mi rendo conto di aver sbagliato… e di essere stato troppo soft.

Ma oggi voglio dire due cose a voi, cari cittadini Grottagliesi, massa informe di lamentele sui social e di disorganizzazione compulsiva. Voglio abbracciarvi uno ad uno e capire se la vostra agitazione sia subordinata alle foto di Sgarbi con l’asfalto nel Centro Storico oppure se c’è della voglia concreta di fare, dire e cambiare.

Cominciamo dai più giovani va, la parte di società che mi compete. Siamo morti. Immobili. Rassegnati. Non vedo coinvolgimento, non vedo nessuno spunto interessante. Vi faccio un esempio semplice: l’Arci, DOVUNQUE, anche nei posti che schifiamo perché sono troppo piccoli per il nostro essere, e che ponendoci su un piedistallo (Che non esiste, ma che siamo convinti che esista) consideriamo la merda, si sono riaperti i circoli Arci, dove c’è vita e coinvolgimento, dove si fa cultura, informazione e si partecipa attivamente alla vita del paese (Si, siamo un paese, non New York mettetevelo in testa, dal punto di vista mentale direi piuttosto che siamo un paesello) a Grottaglie l’Arci c’è ma non la frequenta nessuno, in primis il sottoscritto eh, riprendiamola e trasformiamola in un luogo di interesse. Cominciamo a smentire tutti quelli che ci credono buoni solo a stare a cazzeggiare nei bar tutto il santo giorno, facciamo qualcosa. Se io dovessi parlare di iniziativa giovanile a Grottaglie le dita delle due mani ma basterebbero abbondantemente per contare i ragazzi che potrei coinvolgere, e tutto ciò è tristissimo. Anzi, per completare l’opera quelle due cose all’anno che si fanno grazie ad una iniziativa esclusivamente giovanile siete sempre pronti a criticarle e coprirle di sterco poiché troppo comuniste/hipster/fasciste/blu verdi e gialle. Diamoci una svegliata concreta per carità di Dio, e non troviamo la solita scusa che la politica non ci vuole, certo che nella mia breve, intensa e dimenticabilissima esperienza nella politica ho capito che se sei under 30 servi solo per andare a chiedere gli sponsor eh, ma possiamo fare da noi, che siamo più progrediti grazie all’incredibile potere che abbiamo nelle mani: i social network, creiamo un network: tutti i ragazzi in sede e non che hanno idee si uniscono e discutono e nei punti nevralgici dell’anno quando si è tutti in loco si organizzano degli eventi, uniamoci e ricominciamo a farci considerare. Loro non ci vogliono? Grazie mille, facciamo da soli, molto più facile e poi saranno loro quelli costretti a venire da noi, perché diventeremo un fattore importante.

Il popolo Grottagliese sputa giorno per giorno sul suo patrimonio, non rispetta se stesso e poi si incazza con le persone che elegge perché non fanno nulla per migliorare le cose, date il buon esempio allora! Per quanto riguarda il fattore inciviltà Grottaglie ha degli esponenti importantissimi e di fama secondo me. Fatevi un giro vicino ai cassonetti delle zone periferiche, ci trovate di tutto: dalle culle, alle televisioni, all’eternit. Grottaglie possiede un posto bellissimo che si chiama Isola Ecologica, dove più butti in maniera legale, più accumuli punti, più agevolazioni sblocchi, capisco che pesa scendere in macchina fino a giù eh, una roba stancante a livelli estremi ma converrebbe a tutti. Che poi se avete una culla da buttar via? Usate uno di quei gruppi su Facebook che intasate di immagini di Padre Pio che dà il “Buon Giorno agli amici di Face” per tutto il giorno come mezzo atto a comunicarlo, troverete qualcuno che ne ha bisogno, farete una buona azione e rendereste la vostra vita migliore, Padre Pio approverebbe pure di più. Capisco anche che gli orari dell’Isola non vengono incontro alle esigenze di chi, ad esempio, fa un lavoro d’ufficio, pertanto se la domanda cresce l’offerta dovrebbe migliorare, quindi con un pochino di impegno potremmo far apparire migliore l’immagine del nostro paese e di noi stessi di riflesso. Fossi un visitatore che raggiunge Grottaglie in macchina farei inversione e scapperei, gli ingressi del nostro paese sono una roba orribile, zona Savarra ci sono buche e dissesto, l’ingresso da Villa Castelli sembra sia un set di un film dell’orrore, ci avete fatto caso? Beh io si. Se ci piace che le nostre strade siano addobbate a festa per tutto l’anno con i cadaveri dei semafori lasciamo le cose come stanno eh, però io credo che quel paesaggio non faccia bene a nessuno.

L’urbanistica, le piazze e il verde pubblico sono veramente in condizioni desolanti, anche a causa nostra. Ci si infervora sempre che non si dà il giusto spazio al Centro Storico e che questo è schiavo dell’incuria, e questo è reale e bisognerebbe agire. Però poi spuntano fuori le foto delle buste dell’immondizia lasciate dove capita in mezzo alla strada e ti cadono le braccia. Altri luoghi che possediamo ma che sono lasciati alla mercé del degrado sono, ad esempio, la Pineta di Frantella, della quale nulla sappiamo da secoli. Oppure i campi da basket vicino allo stadio, abbandonati a loro stessi, e trasformati in una succursale della discarica. Il problema è che mi vengono in mente settecento luoghi che sono dimenticati ma che potrebbero essere una fonte incredibile di energia vitale.

Riprendiamoci i nostri luoghi, riprendiamoci Grottaglie. Grottaglie appartiene a noi, e se noi popolo, abbiamo la forza e la voglia di esprimere le nostre idee e le nostre rimostranze, loro, coloro i quali stanno là perché voluti da noi, sono costretti ad ascoltarci e ad agire di conseguenza.

Tutto facile e bellissimo da dirsi, impegnativo a farsi. Ne abbiamo realmente la voglia? Vedendo e sentendo la gente credo proprio di no. Purtroppo.

Lascio come già feci l’indirizzo email per qualunque proposta innovativa e che possa cambiare la situazione scrivete qui: lentispesse@libero.it o alla pagina Facebook Lentispesse.

Svegliamoci che è anche l’ora.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...